News‎ > ‎

Festa Pd di Modena, protagonista sarà il lavoro

pubblicato 20 ago 2009, 08:12 da PD Modena
Prende il via giovedì 27 agosto nell’area di Ponte Alto la Festa del Partito Democratico di Modena, che quest’anno è anche Festa nazionale del lavoro. Ventisei giorni di spettacoli, dibattiti, mostre, incontri e buona cucina con la presenza dei massimi esponenti del Partito Democratico, a partire dai candidati alla segreteria nazionale Pierluigi Bersani Dario Franceschini ed Ignazio Marino, che interverranno rispettivamente il 5 settembre, il 30 ed il 31 agosto. La serie delle iniziative politiche sarà aperta da Cesare Damiano, il 27 agosto: seguiranno poi Enrico Letta (29 agosto), Walter Veltroni (6 settembre), Giuseppe Fioroni (9 settembre), Anna Finocchiaro (12 settembre), Massimo D’Alema (13 settembre), Piero Fassino (17 settembre), Rosy Bindi (18 settembre). Otre naturalmente ai tre candidati alla segreteria regionale del partito: Mariangela Bastico, Stefano Bonaccini e Thomas Casadei

“La Festa del Partito democratico di Modena – dice il segretario provinciale del Partito democratico Stefano Bonaccini – sarà l’occasione per un grande confronto di merito sul presente e sul futuro del Paese, quindi sui compiti che attendono da subito il Partito democratico. Al centro della Festa il tema del lavoro perché è dal lavoro, in tutte le sue forme, che vogliamo ripartire per dare forza al nostro progetto politico per l’Italia”.

La politica. Oltre 50 iniziative politiche, tra dibattiti e interviste, e 12 presentazioni di libri dedicati al tema del lavoro. Un calendario denso di appuntamenti quello offerto dalla Festa del Pd di Modena che darà ampio spazio anche al confronto tra maggioranza e opposizione. Da segnalare il dibattito di lunedì 7 settembre tra Cesare Damiano e il ministro del Welfare Maurizio Sacconi; e il faccia a faccia di martedì 15 settembre tra lo stesso Damiano e Renato Brunetta, ministro della Pubblica amministrazione. Tra gli ospiti della festa anche esponenti del sindacato e delle associazioni industriali: il 7 settembre confronto tra il segretario Nazionale Uil Luigi Angeletti e la presidente nazionale dei Giovani imprenditori di Confindustria Federica Guidi. Venerdì 11 settembre sarà la volta di Guglielmo Epifani, segretario nazionale della Cgil, assieme a Tiziano Treu, al vicepresidente di Confindustria Alberto Bombassei e al presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli.

Gli spettacoli. Ricco anche il programma degli spettacoli e dei concerti: si parte venerdì 28 agosto con gli Afterhours, poi Cristiano de Andrè (2 settembre), Paolo Cevoli 84 settembre), Pino Daniele (9 settembre), Neri Marcorè (11 settembre), Litfiba (12 settembre), Stadio (15 settembre), Crozza (17 settembre), Cisco (18 settembre).

Le mostre. Di grande interesse le mostre allestite negli stand della Festa. Da segnalare “Lavoro. Fondato sui diritti”, con immagini di Francesco Cocco, Gianni Berengo Gardin, Riccardo Venturi, Massimo Siragusa, Roberto Caccuri, Alessando Imbriaco e Salvatore Esposito; e “Un piccolo passo”, con fotografia della Nasa in occasione del 40° anniversario dello sbarco sulla luna.

I numeri. Alla Festa del Partito democratico di Modena saranno in funzione 21 ristoranti, 4 pizzerie, 4 punti ristoro, 8 bar, 1 libreria di oltre 1000 metri quadrati. Oltre 5 mila 600 i posti a sedere all’interno dei ristoranti, mentre per gli spazi commerciali coperti sono quasi 6 mila i metri quadrati disponibili. Nelle prime due settimane di preparazione e montaggio degli stand hanno lavorato ogni giorno un centinaio di volontari, mentre nell’ultima settimana che precede l’inaugurazione del 27 agosto i volontari che quotidianamente si recano a Ponte Alto per ultimare gli allestimenti sono oltre 200. Durante l’apertura della festa i volontari al lavoro saranno 1200 al giorno, circa 2 mila nei giorni nel fine settimana. Infine qualche novità sulle proposte gastronomiche: quest’anno apre i battenti la prima “Osteria”, e due agriturismi con diversi “percorsi enogastronomici e un nuovo spazio per bambini su area verde”.

Tutti i giorni, dalle 18.30 fino a mezzanotte, ogni mezz’ora, un bus-navetta trasporterà gratuitamente i visitatori alla festa. I bus partiranno dall’Autostazione di viale Molza ed effettueranno la fermata di Parco Ferrari (con parcheggio scambiatore lato via Emilia Ovest). L’ultima corsa di ritorno dalla Festa è prevista per mezzanotte e un quarto.